A PIZZIGHETTONE TORNANO I FASULIN DE L’OC CUN LE CUDEGHE

11 mese fa di in Luoghi del gusto Tagged: , , ,

shutterstock_305110415-1Torna per la ventiquattresima edizione Fasulin de l’oc cun le Cudeghe, un evento gastronomico a Pizzighettone, un comune in provincia di Cremona. Come tradizione la manifestazione sarà distribuita su un doppio week end: Venerdì 28, Sabato 29, Domenica 30, Lunedì 31 Ottobre e Martedì 1 Novembre poi di nuovo Venerdì 4, Sabato 5 e Domenica 6 Novembre.

Il Fasulin de l’oc cun le Cudeghe è un piatto tipico della zona, una zuppa con fagioli all’occhio, cotenne di maiali del territorio, carni miste (di manzo, maiale e vitello) e verdure. Una pietanza saporita e calda, perfetta per la stagione in cui ci troviamo. Oltre a questo piatto della tradizione, sarà possibile degustare altri golosi prodotti tipici della zona, ad esempio lardo e salame nostrani, polenta, formaggi accompagnati dalla famosa mostarda Cremona, la raspadura (Grana Padano tagliato sottilissimo utilizzando la lama di un coltello) e la torta rustica dei morti, preparata seguendo una squisita ricetta creata in esclusiva per la festa.

shutterstock_192479720-1Partecipare alla sagra significa anche contribuire al recupero del grande patrimonio storico e culturale che circonda Pizzighettone. Il paese infatti è racchiuso una cinta muraria e l’evento permette di trovare fondi che vengono reinvestiti totalmente nei lavori di recupero e di manutenzione della cortina muraria. La manifestazione sarà ambientata all’interno delle Casematte, ampi locali all’interno delle mura davvero suggestivi e trasformati per l’occasione in accoglienti osterie, dove poter mangiare al riparo da eventuali intemperie e riscaldati da romantici camini d’epoca, ancora perfettamente funzionanti.

Inoltre, durante i giorni di manifestazione è possibile partecipare a visite guidate alle mura, assistere ad eventi folcloristici, visitare mostre-mercato, musei del borgo e godersi un affascinante giro in barca sull’Adda.

Ci saranno oltre 1000 posti a sedere proprio nelle mura per assaporare il piatto principe della manifestazione e per garantire la giusta ospitalità al crescente pubblico che ogni anno affolla le strade di Pizzighettone durante questa imperdibile festa.

Lascia un commento