CASSOPIPA, UNA RICETTA VENETA DALLE ANTICHE ORIGINI

2 mese fa di in Le ricette della nonna Tagged: ,

shutterstock_620813630La Cassopipa è uno dei piatti più antichi della tradizione culinaria di un piccolo ed affascinante comune in provincia di Venezia, Chioggia. Una città che per la sua architettura viene definita una piccola Venezia, è infatti sorta proprio sul mare ed è sicuramente da visitare.

La Cassopipa è conosciuta anche come sugo dei Pescatori, pare infatti che si debba proprio a loro l’origine della ricetta. È un condimento per preparare il quale i pescatori univano tutto ciò che offriva il mare. Un insieme di cozze, vongole e fasolari, cannolicchi. shutterstock_187152551Caratteristica di questa ricetta è una cottura lentissima che si svolgeva in passato sulla stufa o dentro i bragozzi, imbarcazioni da pesca tipica dell’alto Adriatico. I pescatori consumavano la cassopipa al rientro dalla loro impegnativa nottata di lavoro e veniva insaporita con cipolla e le spezie che si trovavano a disposizione.

L’origine del nome è legato da un lato al particolare tegame che si utilizza per la cottura, una pentola di coccio chiamata casso e dall’altro a pipa che fa riferimento alla cottura lenta. Si dice infatti che i molluschi che fanno parte della ricetta devono pippare cioè sobbollire molto lentamente e per ore, fino ad ottenere una consistenza di una crema densa e grumosa. In questo modo il mollusco all’interno delle conchiglie rimangono particolarmente morbidi, quasi come se fossero aperte a freddo. Con il sugo di pesce poi si condisce la pasta, solitamente lunga, i bigoli, degli spaghetti piuttosto grossi di pasta all’uovo, sono quelli più comunemente utilizzati.

Ricetta della Cassopipashutterstock_103891757

Ingredienti

400 g di bigoli

200 g di vongole

200 g di cozze

200 g di cannolicchi

1 cipolla

Olio q.b.

Sale q.b.

Pepe q.b.

Preparazione

Pulisci con cura le cozze e mettile in una ciotola con acqua e sale insieme alle altre conchiglie per circa due ore cambiando l’acqua un paio di volte, per farle spurgare e perdere la sabbia. Cuoci i bigoli in abbondante acqua salata. Trita finemente la cipolla e falla rosolare con un po’ d’olio in una pentola di coccio, versa anche i frutti di mare, aggiungi abbondante pepe e fai cuocere a fuoco bassissimo. A cottura ultimata unisci il sugo alla pasta e aggiusta di pepe.

Lascia un commento