GLI ASPARAGI, BENESSERE IN TRE COLORI

3 anno fa di in Crudo o Cotto?, Mangiare sano Tagged: , , ,

grüner SpargelSaporiti e versatili in cucina, gli asparagi sono uno scrigno di nutrienti, ideali nelle diete ipocaloriche e per chi vuole depurarsi. Benefici ben noti già nell’antica Roma, tant’è che Plinio e Apicio dedicarono degli scritti alle proprietà e al metodo di coltivazione e preparazione degli asparagi.

Se è famoso il risotto agli asparagi, un piatto molto apprezzato, richiesto al ristorante ma preparato anche a casa, tant’è che è tra i più venduti tra quelli in busta già pronti, questo ortaggio viene impiegato molto anche come contorno e nella preparazione di diversi piatti. Come contorno generalmente sono preferiti mantecati nel burro, ma gli asparagi sono molto buoni anche bolliti.

risotto with asparagusQuelli più grandi sono i più diffusi in cucina: perfetti per essere lessati, preferibilmente cotti al vapore, quelli più sottili, invece, sono maggiormente indicati per preparare frittate, risotti, salse per primi piatti ma anche crespelle, lasagne, zuppe, minestre, vellutate, sformati. Tuttavia il modo migliore per assaporarne a pieno il gusto è a crudo, tagliandoli a fettine piccole e unendoli ad un’insalata condita con olio extravergine d’oliva e succo di limone.

Qualche cenno storico

Hanno origini molto antiche tanto che erano conosciuti dagli egiziani sin dal 4000 a.C.. In epoca romana erano così apprezzati dagli imperatori che per raccoglierli in altri territori e trasportarli nella capitale facevano costruire delle apposite navi, chiamate non a caso ”asparagus navis.

Oggi gli asparagi sono principalmente coltivati nel Sud Europa, l’Italia è uno dei paesi che ne produce maggiormente, soprattutto in Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Puglia e Sardegna. In ciascuna di queste regioni è possibile ritrovare particolari varietà uniche per aspetto e sapore.

 

Varietà e proprietà

fresh asparagusMolte specie crescono spontanee nei boschi, in aree di campagna e pascoli, sono i cosiddetti “asparagi selvatici” –  conosciuti anche come “asparagini” – che si distinguono da quelli “coltivati”. In generale, l’Italia vanta una straordinaria varietà di coltivazioni: da quello bianco, tipico di Bassano, nel Veneto, che vanta la certificazione DOP, ma anche di Cimadolmo, in provincia di Treviso, prodotto IGP; a quello verde caratteristico di Altedo, in provincia di Bologna, anch’esso con marchio IGP; a quello violetto una varietà tanto dolce da poter essere consumata cruda, tipici sono quelli di Albenga in provincia di Savona.

Differenze cromatiche a cui corrispondono differenti sapori, ma non certo differenti proprietà degli asparagi, che rimangono le stesse e sono davvero tante. Ricchi di fibre vegetali, vitamine – A, B1, B6, C -, contengono poche calorie e per questo sono particolarmente indicati nelle diete ipocaloriche. Gli asparagi hanno inoltre proprietà depurative e diuretiche, grazie alla rilevante presenza di asparagina, un amminoacido considerato un diuretico naturale, che consente all’organismo di espellere il sodio in eccesso. Dunque sono un efficace aiuto per coloro che hanno problemi di ritenzione idrica o ipertensione.

Gli asparagi, inoltre, presentano un interessante contenuto di sali minerali, calcio, fosforo e potassio ma soprattutto di cromo, un minerale che favorisce la capacità dell’insulina di trasportare il glucosio dal sangue alle cellule del nostro organismo. A tal proposito, studi recenti hanno evidenziato che gli asparagi sono molto efficaci nella prevenzione del diabete. In più gli asparagi grazie all’alto  contenuto di purine, contrastano il ristagno dei liquidi nei tessuti e sono efficaci per ridurre la cellulite.

Ma non è tutto, gli asparagi aiutano a contrastare anche il declino cognitivo, infatti l’acido folico in essi contenuto, insieme alla vitamina B12, previene disturbi che potrebbero interessare la sfera cognitiva con l’avanzamento dell’età.

Sono perfetti per essere cucinati come condimento della pasta, spesso accompagnano le uova, squisito è il risotto con questi ottimi ortaggi. Ma se volete gustare una ricetta golosa e un po’ originale provate questa Cheesecake al Prosciutto Crudo Snello, una rivisitazione salata del famosissimo dolce perfetto per un brunch o per un pic nic.

 

Lascia un commento