L’INFLUENZA SI PREVIENE A TAVOLA

1 settimana fa di in Notizie golose Tagged: ,

influenzaIl freddo fa pensare alle vacanze in montagna, bevande calde, maglioni morbidi, piatti sostanziosi. Con il freddo però arriva anche la fastidiosa possibilità di prendere l’influenza e l’alimentazione può venire in aiuto all’organismo per renderlo più forte e riuscire così a prevenire l’insorgenza, di tosse, raffreddore, mal di gola e febbre.

Quando le temperature cominciano a scendere, è importante introdurre nella dieta quotidiana elementi nutritivi in grado di aumentare le difese immunitarie dell’organismo. Per evitare di farsi mettere ko dall’influenza è di fondamentale importanza assumere alimenti ricchi di vitamina C, ferro e zinco elementi in grado di stimolare la produzione di anticorpi, indispensabili per contrastare virus e batteri.

kiwi e agrumiVia libera dunque ad agrumi, kiwi, uva broccoli, lattuga e spinaci ricchi di vitamina C. Da portare spesso in tavola ceci, carne bianca e rossa, perché ricchi di ferro. È una buona idea aumentare l’utilizzo di semi oleosi da aggiungere magari a insalate crude o cotte perché, oltre ad essere buoni e a portare una piacevole croccantezza ai piatti, sono un’importante fonte di zinco che è presente anche in miglio, fagioli e lenticchie.

L’aglio è un ottimo battericida per questo è una buona idea aumentarne l’utilizzo in cucina, anche la cipolla vanta le stesse qualità battericide e, unita alla vitamina C, può contrastare la proliferazione dei batteri e secondo un’usanza popolare, posizionare mezza cipolla, preferibilmente rossa, sul comodino aiuterebbe a guarire velocemente dalla tosse. Con lo zenzero invece si possono preparare ottime tisane ed è d’aiuto in caso di tosse o mal di gola.

zenzero e aglioA stimolare le difese immunitarie ci pensano anche i batteri della flora intestinale, per questo è importante assumere cibi cosiddetti prebiotici, cioè sostanze che non vengono digerite dal nostro corpo, ma che costituiscono una fonte di nutrimento per i batteri buoni che abitano l’intestino. I carciofi e i porri, ad esempio, sono ottimi probiotici e si possono utilizzare in numerose ricette.

Lascia un commento