Archivi tag: kiwi

ANZIANI, LA PREVENZIONE DELL’INFLUENZA COMINCIA A TAVOLA

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Mangiare sanoLa zucca e i carciofi, per fare il pieno di minerali e rafforzare l’organismo; una buona tazza di brodo, corroborante ed energetica; i kiwi, per l’indispensabile apporto di vitamina C, e il melograno, poco diffuso ma ricchissimo di proprietà benefiche. Sono i cibi che, in questo periodo dell’anno, non dovrebbero mai mancare nell’alimentazione degli anziani – ma fanno bene a tutti –, particolarmente soggetti ad ammalarsi a causa di sbalzi climatici e cambiamenti repentini di temperatura. Lo afferma Rolando Bolognino, biologo nutrizionista e docente del Master in Nutrizione umana all’Università “La Sapienza” di Roma, che in un’intervista all’Ansa fornisce alcuni semplici consigli per accogliere al meglio l’arrivo dei mesi freddi. Continua a leggere

ACIDO FOLICO IN GRAVIDANZA, INDISPENSABILE PER IL BIMBO CHE VERRÀ

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

GravidanzaLe verdure a foglia, come indivia, lattuga, bietole, broccoli, e i legumi, in particolare fagioli e ceci. E poi la frutta fresca, soprattutto arance e kiwi. Sono gli alimenti più ricchi di vitamina B9, meglio conosciuta come acido folico, una preziosa molecola che può aiutare le future mamme a far nascere i loro bambini sani e forti.

Di recente il Ministero della Salute ha pubblicato un opuscolo informativo (scaricabile all’indirizzo www.salute.gov.it/expo2015) per sensibilizzare le donne in attesa a seguire una dieta ricca di folati che, se assunti nei primi mesi di gestazione, sono in grado ridurre del 70% il rischio di gravi anomalie congenite del tubo neurale, come la spina bifida e l’anencefalia. Continua a leggere

KIWI, AGRUMI E CARNI BIANCHE CONTRO I MALANNI DI STAGIONE

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Insalata con kiwiSpremuta d'arancia

Carni bianche, pesce, kiwi, arance. La guarigione dall’influenza comincia a tavola. Complici i primi freddi e le temperature altalenanti del periodo, i malanni di stagione stanno già colpendo numerosi italiani: per rafforzare il corpo indebolito da mal di gola e raffreddore, febbre, dolori articolari e muscolari, diventa allora fondamentale puntare sulla dieta giusta. Ad affermarlo è Pietro Migliaccio, Presidente della S.I.S.A., la Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione. Continua a leggere

INSALATA CON FRUTTA: UN PIATTO DI TENDENZA

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Lattuga, qualche fogliolina di rucola o radicchio, mais, pezzetti di formaggio e striscioline di prosciutto crudo o bresaola. Una “normale” insalatona che può diventare davvero speciale unendo mele, noci o acini d’uva. Continua a leggere

FRAGOLE, IL LATO GOLOSO DEL BENESSERE

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

crostata di fragole“Eccoci qua, a guardare le nuvole, su un tappeto di fragole”. Il refrain di una delle più famose canzoni dei Modà è solo uno dei tanti modi che esprimono il forte simbolismo legato a questo frutto. I romani le consideravano, non a torto, afrodisiache. Considerate da sempre il frutto del cuore, non solo dagli adolescenti, sono state cantate da poeti, scrittori e musicisti oltre a essere da sempre presenti nei film. Continua a leggere

Il FRUTTO ESOTICO VANTO DELL’EXPORT MADE IN ITALY

Frutto esotico, originario della Cina, per questo chiamato anche “Ribes Cinese”, è uno dei pochissimi esempi di piante esotiche, che hanno raggiunto in pochi anni una notorietà e un’espansione notevole, soprattutto nel nostro Paese.

Fruit kiwi cake isolated on whiteMolto usato nelle decorazioni e nelle guarnizioni soprattutto di dolci, come ad esempio cheesecake, meringate, crostate, il kiwi è ottimo per la preparazione di macedonie, frappè, gelati, sorbetti, ghiaccioli donando un sapore unico, ma anche confetture e gelatine. Ma il kiwi può essere unito anche ad ortaggi come zucchine e peperoni nella preparazione di insalate estive rinfrescanti, così come lo ritroviamo in gustose salse per condire primi piatti, o accanto a formaggi misti, carne e persino pesce! Se volete provare una ricetta davvero originale, con la quale stupire i vostri ospiti provate questi Involtini di Prosciutto Cotto Snello e salsa di kiwi.

In Cina è una pianta spontanea che cresce soprattutto nelle valli del fiume YangTze, conosciuto come il fiume Azzurro, quindi su un suolo piuttosto umido. A partire dagli inizi del XX secolo fu importato in altri contenimenti che ne hanno poi avviato la produzione. In primis la Nuova Zelanda ed è proprio in questa terra, precisamente nel 1959, che il frutto prende il nome “kiwi”. Da cosa? Dal nome dell’uccello simbolo della Nuova Zelanda, perché ne ricorda molto la forma e i colori: ventre arrotondato e piume marrone chiaro.

Ad oggi, le coltivazioni in Veneto, Piemonte e Lazio, fanno del nostro paese, uno dei maggiori produttori ed esportatori di kiwi a livello mondiale. Ma considerando che arriva in Italia intorno agli anni ’70, la coltivazione di questo frutto si è diffusa in maniera davvero esponenziale in pochi decenni. Ciò è stato reso possibile grazie alla riproduzione con mezzi tecnologici, del microclima necessario per la crescita della piante: ombreggiamento con reti che creano anche uno spazio piuttosto umido; nebulizzazione delle foglie con acqua, irrigazione a goccia (le radici sono superficiali e devono essere periodicamente idratate). In particolare, le due varietà più diffuse in Italia sono il kiwi “verde” ed il kiwi “oro”, classificati in base al colore della polpa ma molto simili per forma, dimensioni e proprietà. Il sapore è più o meno acidulo a seconda del livello di maturazione.

Il kiwi può essere considerato uno dei frutti con il maggior contenuto di nutrienti, a dirlo è una ricerca elaborata presso la Rutgers University, sono infatti consigliati nella dieta degli sportivi e per coloro che soffrono di ipertensione per l’elevato contenuto di acqua, di antiossidanti e di potassio. Ricchi di fibre, i kiwi aiutano le funzioni intestinali prevenendo stipsi e alcune forme di irritazione del colon, ma contribuiscono anche a ridurre il livello di colesterolo nel sangue, oltre che ad equilibrare l’assorbimento degli zuccheri durante il processo digestivo. Considerevole anche la presenza di vitamine, soprattutto C, che con i suoi principi antiossidanti, rafforza il sistema immunitario, protegge i vasi sanguigni e riduce lo stress ossidativo nel nostro organismo. Ma il kiwi contiene anche vitamina E, utile per proteggere il nostro corpo dall’invecchiamento dei tessuti e sali minerali, in particolar modo fosforo, calcio, ferro. Tuttavia gli esperti consigliano di non abusarne a causa dell’effetto lassativo che provocano sull’organismo: più il frutto è sodo ed acidulo, quindi poco maturo, e maggiore sarà l’effetto. Gustare il kiwi può inoltre essere d’aiuto per combattere l’asma, studi scientifici hanno dimostrato, infatti, la sua capacità di ridurne i sintomi più tipici, come attacchi di tosse notturni e difficoltà respiratorie.