Archivi tag: pesce azzurro

SAPORE INTENSO E PROFUMO DI AGRUMI: LA PALAMITA ALLA GIGLIESE

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Una ricetta profumatissima che ci porta al Giglio (Grosseto), la bella isola dell’Arcipelago Toscano famosa per le acque cristalline e i fondali particolarmente ricchi, che offrono ricciole, saraghi, triglie, pesce spada e altre numerose specie ittiche. Qui, dalla fine dell’inverno fino alla tarda primavera, si raccoglie la palamita, un prelibato pesce azzurro che dagli isolani viene cucinato ‘alla gigliese’, ovvero tagliato a tranci, lessato in acqua con un limone e un’arancia interi, marinato in aceto e infine condito con un filo di olio extravergine di oliva e un trito di aglio, peperoncino fresco, alloro e rosmarino. Un secondo leggero ma dal sapore intenso e dal fresco aroma di agrumi, ideale da gustare quando le temperature diventano più miti, accompagnato da un’insalata mista oppure dai secondi della tradizione locale, come la cicoria di campo saltata in padella con aglio e olio o le fave fresche in umido. Continua a leggere

POLPETTE, HAMBURGER E COTOLETTE: IL PESCE IN VERSIONE GOLOSA CHE PIACE AI PIÙ GIOVANI

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Pesce fritto e patatineNon solo pasta al sugo, hamburger e patatine. Agli adolescenti piace mangiare anche il pesce. Purché sia fritto o ‘mascherato’ sottoforma di golose polpette, cotolette e tortini. A rivelarlo un’indagine condotta da Federcoopesca – la confederazione delle cooperative ittiche della Penisola – nelle scuole italiane, per scoprire i gusti dei giovanissimi e far crescere il consumo di pescato fresco. Continua a leggere

I 10 CIBI “AMICI” DEL CERVELLO DELLE DONNE

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Donna in ufficioMiele e marmellata, zucchero, frutta fresca e secca, che contengono zuccheri semplici; pane pasta, per la quota di carboidrati; carne bianca, che apporta amminoacidi essenziali soprattutto nell’età dello sviluppo; pesce azzurro e olio extravergine d’oliva, ricchi di Omega 3; latte, dall’azione ‘calmante’. Per proteggere il cervello femminile e tenerlo ‘in forma’ ci sono alimenti che non possono mancare nell’alimentazione quotidiana. Se ne è parlato il 15 settembre a Expo, nel corso del convegno “Donne, cibo e cervello: la mente a tavola”, organizzato dalla Fondazione Atena Onlus, impegnata nella promozione della ricerca nel campo delle neuroscienze. Continua a leggere

DALLA COLAZIONE ALLA CENA, IL MENU DEI BAMBINI PER L’ESTATE

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Alimentazione estiva bambiniCibi sani e leggeri, come cereali e pesce azzurro, uniti a condimenti semplici e a metodi di cottura poco elaborati, per assicurare all’organismo il giusto apporto nutrizionale e fare il pieno di energia senza appesantirsi troppo. Questi i consigli che gli specialisti della SIPPS, la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, danno ai genitori per l’alimentazione dei loro bambini nel periodo estivo. Se durante la bella stagione terminano gli impegni sui banchi di scuola, in compenso aumentano le attività fisiche, con i giochi al parco e in spiaggia o i campi all’aperto che, uniti al caldo intenso, richiedono la giusta carica per essere affrontati. Continua a leggere

LE ALICI ALLA SCAPECE: UN PIATTO “POVERO” MA RICCO DI GUSTO

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

L’estate è la stagione ideale per riscoprire un antico piatto che fa parte della tradizione gastronomica del Sud Italia: le alici alla scapece. Una ricetta semplicissima e veloce che ha come protagonista il pesce azzurro, fritto e insaporito con una marinata di aceto e acqua – o solo aceto, per un risultato più forte –, uno spicchio d’aglio e, a piacere, una manciata di origano tritato o qualche foglia di alloro, dall’aroma intenso. Qualcuno aggiunge anche un pizzico di pepe, oppure la mentuccia per rendere la pietanza più profumata. Continua a leggere

KIWI, AGRUMI E CARNI BIANCHE CONTRO I MALANNI DI STAGIONE

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Insalata con kiwiSpremuta d'arancia

Carni bianche, pesce, kiwi, arance. La guarigione dall’influenza comincia a tavola. Complici i primi freddi e le temperature altalenanti del periodo, i malanni di stagione stanno già colpendo numerosi italiani: per rafforzare il corpo indebolito da mal di gola e raffreddore, febbre, dolori articolari e muscolari, diventa allora fondamentale puntare sulla dieta giusta. Ad affermarlo è Pietro Migliaccio, Presidente della S.I.S.A., la Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione. Continua a leggere

RICCIOLA, ACETO E MELOGRANO: L’ALZHEIMER SI COMBATTE A TAVOLA

Ricciola di mare o LecciaAceto balsamicomelograno

Ricciola marinata in aceto balsamico e impreziosita da “neve” di melograno: dietro questa pietanza di alta cucina si cela un potente alleato contro il decadimento cognitivo e l’Alzheimer. A idearla è stato lo chef pluristellato Heinz Beck, che l’ha presentata a medici e ricercatori riuniti all’Università Cattolica di Roma, venerdì scorso, nel corso del congresso internazionale Approccio non convenzionale alla malattia di Alzheimer: dalla ricerca alla cura, promosso dall’Istituto di Neurologia del policlinico Gemelli e dall’ospedale Fatebenefratelli.

www.gazzettagastronomica.it

www.gazzettagastronomica.it

Premiato pochi giorni fa con il nuovo riconoscimento Gusto&Salute del Gambero Rosso, per l’attenzione al benessere che mette nei piatti preparati nel suo ristorante La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri – tre stelle Michelin e cinque forchette del Gambero Rosso –, il cuoco tedesco ha riunito in una sola ricetta tre cibi dal forte potere antiossidante. La protagonista del piatto è stata la ricciola, pregiata varietà di pesce azzurro che abbonda nel Tirreno: dal sapore simile a quello del tonno, è ottima al cartoccio, al forno con patate e pomodorini, alla griglia o all’acqua pazza e racchiude vitamine A e B, fosforo e gli oramai ben noti Omega 3, i grassi buoni che oltre a controllare il livello di trigliceridi nel sangue aiutano anche il corretto funzionamento della memoria. A farle da contorno l’aceto balsamico, ricco di sapore ma povero di calorie – perfetto per condire le insalate, superbo sul Parmigiano Reggiano, la carne e i carpacci – e il melograno (o la melagrana), un frutto indicato nelle diete ipocaloriche e vero toccasana per il sistema immunitario perché contiene vitamine A, C e del gruppo B e sali minerali come potassio e fosforo.

Un altro fattore che ha portato alla scelta dei tre alimenti è il modesto contenuto di rame contenuto in essi. Proprio il cattivo metabolismo di questo minerale, infatti, secondo gli esperti è tra le cause della malattia degenerativa, che nel nostro Paese oggi colpisce circa 800mila persone (dati International Alzheimer’s Disease Physicians Survey). Secondo Rosanna Squitti, ricercatrice del Fatebenefratelli, “Il rame non-ceruloplasminico (detto anche libero o tossico), che nasce da un alterato metabolismo del rame e che il nostro organismo non riesce ad eliminare, in alcune persone predisposte, è un fattore di rischio modificabile per la malattia di Alzheimer. Da uno studio, condotto in collaborazione col Policlinico Gemelli, è emerso come nei soggetti con livelli elevati di rame libero risulti triplicato il rischio di sviluppare malattia di Alzheimer”.

Una dieta corretta diventa, quindi, di fondamentale importanza per prevenire l’insorgere della patologia, unita naturalmente all’eliminazione di altri fattori di rischio modificabili, come inattività fisica, fumo, ipertensione, obesità nella mezza età, diabete. Tra i consigli dati dai ricercatori per l’alimentazione degli anziani, da seguire quotidianamente per mantenere la mente sveglia, non può mancare un’alimentazione ricca di frutta e verdura fresca, in particolare spinaci e altri vegetali a foglia larga, per assicurare all’organismo il giusto apporto di vitamina E, che protegge le membrane cellulari dall’ossidazione; l’assunzione di vitamina B12 – presente nella carne bianca e nel pesce come sgombro e salmone, ma che può essere assimilata anche sottoforma di integratori –, che aiuta a mantenere sane le cellule nervose; la riduzione di grassi saturi – oli vegetali, fritti, burro – e una costante e moderata attività sportiva.

MEDITERRANEA: LA DIETA POPOLARE

Da qualche tempo è diventata una delle tendenze gourmet internazionali, che ha conquistato anche gli chef stellati. Ma la Dieta Mediterranea è, da sempre, un regime alimentare popolare, fatto di cibi e pietanze alla portata di tutti, facilmente reperibili in tutti i Paesi del Mediterraneo: cereali, olio d’oliva, frutta, ortaggi e verdure, latticini, pesce. Continua a leggere

DALLA TOSCANA IL PROGETTO PER RIVALUTARE IL “PESCE DIMENTICATO” DEL TIRRENO

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Sugarelloalici frittepolpette di pesce

Alici, sardine, pesce sciabola, sugarello, palamita. Sono alcune delle varietà di “pesce dimenticato” che, da qualche settimana, stanno arrivando sulle mense scolastiche della Toscana. Gli allievi delle scuole dell’infanzia e primarie potranno gustarle grazie a Mens(a) sana in corpore sano, la campagna promossa dalla Regione in collaborazione con Unioncamere Toscana per incentivare il consumo di specialità agroalimentari del territorio e dare una spinta positiva all’economia locale, ma anche per evitare i lunghi viaggi del pescato dall’Atlantico alle coste italiane, con inevitabili e negative ripercussioni sull’ambiente. Continua a leggere

MANGIARE SANO, SE NE PARLA A PADOVA NELLE GIORNATE DELLA DIETA MEDITERRANEA

Giornate Dieta Mediterranea_Padova2014

È il modello nutrizionale più equilibrato al mondo, un mix perfettamente bilanciato di tutti gli alimenti di cui il nostro organismo ha bisogno, ma non solo questo. Sì, perché intorno a essa ruota uno straordinario patrimonio di culture, saperi, abilità. E da sabato 20 a lunedì 22 settembre, a Padova è in programma un evento per imparare a conoscerla a fondo, anche sotto l’aspetto più “folcloristico”.

Si terrà negli spazi espositivi del Padova Fiere la terza edizione delle Giornate della Dieta Mediterranea, un appuntamento interamente dedicato al regime alimentare che nel 2010 l’Unesco ha inserito tra i suoi patrimoni immateriali. Una tre giorni di convegni, workshop, ma soprattutto di esposizioni e degustazioni “guidate” di prodotti provenienti da Grecia, Spagna, Marocco e naturalmente Italia, i quattro paesi ai quali il fisiologo americano Ancel Keys, nel secolo scorso, si ispirò per mettere a punto la semplice e al tempo stesso rivoluzionaria dieta.

Insomma, assaggiando i piatti – preparati per l’occasione da chef che illustreranno anche le varie fasi di trasformazione del cibo – i visitatori faranno un vero e proprio viaggio tra le tradizioni culinarie dei quattro popoli e le tecniche di coltura, pesca e allevamento locali. Dieta Mediterranea, infatti, non è solo “Mangiare sano, equilibrato, ma è anche una storia di vita”, come afferma Bruno Barbieri, lo chef pluristellato – sette le stelle Michelin conquistate nel corso della sua carriera – intervistato alla passata edizione della manifestazione. Una storia che la nostra Penisola, continua il giudice di Masterchef, “deve imparare a raccontare, perché possiede cibi straordinari – i pomodori, la cicoria, il radicchio, il pesce, i crostacei, i tartufi, l’olio extravergine di oliva, le olive taggiasche – che tutto il mondo le invidia”.

Giornate Dieta Mediterranea_padova2014Nel corso dell’evento largo poi a suggerimenti su come fare della Dieta Mediterranea uno stile di vita, basando la propria alimentazione quotidiana su legumi (lenticchie, ceci, fagioli, fave, piselli, lupini), frutta (sia fresca che secca), verdure, pomodori, ortaggi ed erbe aromatiche, cereali (pasta, pane, mais, orzo, farro, avena), pesce azzurro, il prezioso olio extravergine di oliva e, in quantità più limitate, uova, latticini, carne e vino.

Il benessere fisico e mentale non si costruisce soltanto a tavola, ma richiede un po’ di costante movimento: non a caso, in contemporanea alle Giornate si svolgerà anche l’ExpoBici 2014, la fiera per gli appassionati delle due ruote, per sottolineare il binomio inscindibile tra una dieta varia e sana e l’attività sportiva.

Le Giornate della Dieta Mediterranea sono organizzate dalla società CML Consulting in collaborazione con l’Associazione Beni Italiani Siti Unesco, la Regione Veneto, il Comune di Padova, la Camera di Commercio di Padova, Padovafiere Spa e la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, nell’ambito del World Heritage Tourism Expo (da venerdì 19 a sabato 21), il Salone per la promozione e valorizzazione dei siti patrimonio dell’Umanità Unesco, che quest’anno si trasferisce da Assisi alla città veneta, per accogliere un numero maggiore di visitatori e di espositori.

‘A PASTA CHI SARDI

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Una sinfonia di sapori mediterranei racchiusi in un’unica pietanza. Nella pasta con le sarde, storico piatto della gastronomia siciliana – diventato anche uno dei più rappresentativi della cucina italiana e mediterranea – si incontrano il pesce azzurro, disponibile in abbondanza nelle acque che bagnano l’isola, il finocchietto selvatico di montagna, già utilizzato in epoca romana, e ingredienti tipici della cucina araba come zafferano, pinoli e uva sultanina, importati sulle coste della Sicilia a partire dalle invasioni del IX secolo dopo Cristo. Continua a leggere

I PUPIDDI SALENTINI

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

scapece salentinaUna specialità di pesce che arriva da una delle zone più belle della Penisola, il Salento. Qui, quasi seicento anni fa, nacquero i Pupiddi alla Scapece, un piatto povero diventato nel tempo parte integrante della tradizione gastronomica di questa terra, fatta di sapori semplici e genuini. Continua a leggere

LE SARDE IN SAÒR

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Una pietanza nata nella Venezia del Trecento che, come molti piatti poveri della tradizione gastronomica italiana, è arrivata ai giorni nostri mantenendo intatto il suo fascino. Le sarde in saòr fritte e condite con cipolle stufate, aceto, uvetta e pinoliContinua a leggere

I 7 CIBI CHE MANGEREMO NEL 2014

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Un anno sostenibile. Il 2014 è arrivato e con esso le previsioni che riguardano tutti gli ambiti della vita quotidiana, a cominciare dall’alimentazione. Le tendenze gastronomiche dei prossimi dodici mesi indicano un’attenzione crescente verso l’ambiente: tra gli scaffali del supermercato e nei negozi sotto casa cercheremo cibi nutrienti, a prezzi contenuti e possibilmente biologici o che non danneggino il territorio. Continua a leggere

UN MARE DI BENESSERE PER I PIÙ PICCOLI

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Dovrebbe comparire tra gli alimenti cardine della dieta dei bambini, sin dalla fase dello svezzamento, perché digeribile, povero di grassi e soprattutto ricchissimo di nutrienti indispensabili per la crescita. Continua a leggere