Archivi tag: coldiretti

LATTE E FORMAGGI, OBBLIGATORIO INDICARE L’ORIGINE IN ETICHETTA. IN ARRIVO L’OBBLIGO ANCHE PER IL RISO

shutterstock_559114297Parte oggi, mercoledì 19 aprile 2017, l’obbligo di segnalare sull’etichetta di tutti i prodotti caseari la provenienza della materia prima utilizzata. In questo modo il consumatore potrà scegliere con semplicità quali prodotti acquistare. Da oggi si può sapere con precisione, dunque, da dove proviene il latte, dove è stato munto, condizionato o trasformato. Nel caso in cui fosse stato lavorato nello stesso paese, invece, appare una dicitura unica, segnalando il paese in questione. È un provvedimento che interessa il latte vaccino, ovicaprino, bufalino e di altra origine animale.

Un novità che Coldiretti definisce “momento storico”, anche perché, avvisa l’associazione, “tre buste di latte a lunga conservazione su 4 contengono prodotto straniero, ma fino ad ora era impossibile riconoscerle”. Un passo importante verso la trasparenza nei confronti del consumatore difendendolo dal falso made in Italy e che esalta il lavoro di molti allevatori italiani.

shutterstock_147192056Si va verso l’indicazione di provenienza anche per un altro prodotto che fa parte in modo importante dell’economia italiana, il riso. Il 49% della produzione europea di questo cereale proviene infatti dall’Italia e a breve sarà possibile per il consumatore sceglierlo anche in base alla sua origine. Coldiretti denuncia che anche in questo caso molto riso in vendita in Italia proviene da lontano, ma non ne esiste traccia sulle confezioni, rendendo impossibile un acquisto consapevole. L’indicazione di provenienza tutelerà un prodotto made in Italy che secondo il presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo è un “primato per qualità, tipicità e sostenibilità da difendere”. Ad annunciare il decreto per la sperimentazione dell’obbligo di indicazione di origine in etichetta per il riso made in Italy, è stato il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, in seguito a un sit-in organizzato il 14 aprile dalla Coldiretti. Una novità che il ministro ha intenzione di proporre anche al parlamento europeo.

IL PRANZO DEL NATALE 2015: UN MIX DI TRADIZIONE E ORIGINALITÀ

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Pranzo di NataleNatale all’insegna dei prodotti locali, sia a tavola che per i regali. Quello del 2015 segna definitivamente il ritorno al tradizione. I primi segnali c’erano stati già negli ultimi due anni, ma quest’anno, da Nord a Sud della Penisola, sarà un trionfo delle ricette regionali e locali e dunque dei cibi tipici. Tortellini in brodo rigorosamente fatti a mano in Emilia Romagna, il Cappone lesso o arrosto in Lombardia, Friuli e Toscana. La pasta con le sarde in Sicilia. Le lenticchie accomunano tutti così come Pandoro e Panettone che si affiancano ai dolci tipici come gli struffoli per la Campania o il panpepato per Lazio e Umbria. Tra le ‘novità’ del Natale 2015 c’è un interessante ritorno al passato con la riscoperta di cibi e piatti dei nostri antenati, dalla storia millenaria. Come la manna, che sfamò gli israeliti durante il loro viaggio verso la Terra Promessa e che ancora oggi viene prodotta nelle Madonie, grazie a un gruppo di agricoltori siciliani che l’hanno salvata dall’estinzione estraendola dal tronco del frassino. O il vino cotto pugliese, erede dell’antica bevanda romana già citata da Apicio nel De re coquinaria (I secolo d.C.): preparato facendo ridurre a lungo, a fiamma dolcissima, il mosto fresco d’uva, fino a raggiungere la consistenza di uno sciroppo, accompagna i dolci natalizi regionali come le cartellate e i mustazzoli. Continua a leggere

LE “STRATEGIE” DEGLI ITALIANI CONTRO LO SPRECO DI CIBO

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Lettura etichetteGli italiani sono sempre meno spreconi di cibo. Riutilizzano gli avanzi di pranzo o cena, al ristorante richiedono la doggy bag per portare a casa il cibo o la pizza rimasta nel piatto e sono sempre più attenti alle date di scadenza presenti in etichetta! Il dato emerge da un’indagine Coldiretti/Ixè presentata qualche giorno fa a Expo, durante il convegno “Surplus Food Managemente Waste. Il recupero delle eccedenze alimentari: dalle parole ai fatti”, promosso dal Politecnico di Milano e dal Banco Alimentare. Ben il 60% della popolazione adotta ‘strategie anti-spreco’ per evitare di far finire nel cassonetto pane, latte, frutta, verdura, alimenti già cotti. Continua a leggere

A SPASSO PER SAGRE ALLA SCOPERTA DEI SAPORI D’AUTUNNO

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Mercato km zeroUva, funghi, castagne e tartufi, ma anche specialità regionali, come l’amatriciana o i fritti di pesce, il vino o i formaggi. L’autunno, non meno dell’estate, è tempo di sagre. E a sette italiani su dieci piace frequentarle. Secondo un’indagine Coldiretti/Ixè oltre il 70% di cittadini e turisti nel periodo estivo hanno preso parte ad un evento gastronomico locale e hanno confermato di farlo anche nei prossimi mesi, per gustare e acquistare le eccellenze del territorio a un costo contenuto. Continua a leggere

VACANZE IN AGRITURISMO PER RITROVARE I SAPORI DI UNA VOLTA

[vc_column_text width=”1/2″ el_position=”first”]

Marmellate fatte in casa sul pane appena sfornato, pasta tirata a mano ed extravergine di qualità, sughi fatti con verdure e pomodori raccolti direttamente dall’orto, pietanze saporite e popolarissime come la parmigiana di melanzane e i peperoni ripieni: per riscoprire la cucina “di una volta”, questa estate ben 3 milioni di persone – secondo le stime della Coldiretti – hanno scelto di trascorrere le proprie vacanze in agriturismo. Non solo italiani, ma anche turisti stranieri in visita nei luoghi d’arte della Penisola, che hanno deciso però di soggiornare in strutture più tranquille fuori città, per rilassarsi e assaggiare le specialità regionali. Continua a leggere

INSONNIA D’ESTATE: I CIBI CHE FAVORISCONO IL RIPOSO

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Dormire beneUn piatto di pasta o riso al pomodoro o con gli ortaggi di stagione, insalate con uova sode o formaggi freschi. E, poco prima di andare a dormire, un buon bicchiere di latte con un cucchiaino di miele, magari accompagnato da una fetta di torta ‘della nonna’. Un’alimentazione genuina, con condimenti leggeri e tempi di cottura brevi, può diventare un valido alleato contro l’insonnia che in estate colpisce numerose persone. Continua a leggere

ESTATE, 10 CIBI PER DIFENDERSI DAL CALDO E FAVORIRE L’ABBRONZATURA

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Prosciutto e meloneSpaghetti conditi con un leggero sughetto al pomodoro fresco e basilico (il piatto italiano simbolo di Expo 2015), coloratissime insalate di lattuga, carote e radicchio e poi frutta di stagione a volontà. Per difendersi dal gran caldo che in questi giorni sta arrivando nella nostra Penisola bisogna puntare sugli alimenti giusti. Lo afferma la Coldiretti, che ha stilato una speciale top ten dei “cibi dell’estate”, in grado, da un lato, di proteggere l’organismo dalle temperature elevate, e dall’altro di favorire un’abbronzatura bella e duratura. Continua a leggere

LO SCRIGNO DEI SEMI PER SALVARE GLI ORTAGGI ITALIANI DIMENTICATI

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

scrigno semi coldiretti

www.infoitaliaspagna.com

Il cetriolo ‘tortarello’ abruzzese, il peperone ‘sigaretta’ di Bergamo e la melanzana violetta di Firenze. Sono alcuni dei tesori racchiusi nello “Scrigno dei semi” che la Coldiretti ha distribuito gratuitamente ai visitatori di Expo durante la Giornata della biodiversità, all’interno del suo padiglione “No farmers No party”. Una piccola e preziosa scatola contenente dieci ortaggi ‘dimenticati’, testimoni dell’eccezionale varietà agricola italiana, che col tempo sono quasi scomparsi dal mercato e sostituiti da tipologie più produttive. Continua a leggere

FARE LA SPESA A KM ZERO? CI PENSA LA TECNOLOGIA

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

L'orto in tasca

L’orto in tasca

Nel 2014 ben 15 milioni di italiani, facendo la spesa, hanno messo nel carrello alimenti e prodotti a chilometro zero, quelli della cosiddetta “filiera corta”. Prodotti e alimenti che non devono percorrere lunghe distanze per viaggiare da un paese all’altro, inquinando e facendo lievitare i prezzi. Continua a leggere

GLI AVANZI DELLE FESTE SI RICICLANO CON CREATIVITÀ

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Riciclare gli avanziIl 2015 si apre con una buona notizia sul fronte della sostenibilità: tra Natale e Capodanno gli italiani hanno ridotto sensibilmente la quantità di cibo sprecato. È quanto emerge da un’indagine realizzata da Coldiretti e dall’Istituto Ixè, che hanno analizzato il comportamento dei nostri connazionali a tavola durante le feste di fine anno, appena concluse. Continua a leggere

IL NATALE A TAVOLA DEL BELPAESE È ALL’INSEGNA DELLA TRADIZIONE

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

PrPranzo/Cena di Nataleanzi e cenoni in famiglia; menu rigorosamente home made e a base di prodotti a km zero; un budget più cospicuo per il cibo che per i regali. È quanto emerge dal sondaggio di Coldiretti/Ixe “Il Natale sulle tavole degli italiani”, che fotografa le tendenze gastronomiche del Belpaese nel periodo delle feste. Continua a leggere

TUTTI PAZZI PER LO STREET FOOD

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Cibo di stradaLa piadina di Romagna, friabile e delicata, le golosissime olive ascolane, il “mitico” panino con la porchetta dei Castelli Romani. Sono sempre di più gli italiani che amano il cibo di strada, quello da mangiare rigorosamente in piedi o mentre si passeggia tra piazze e vicoli, da nord a sud del Belpaese. Secondo un recente sondaggio di Coldiretti, l’anno che volge al termine ha registrato un vero e proprio boom di focacce e fritti, consumati – almeno una volta nel corso nel 2014 – dal 73 percento dei nostri connazionali. Continua a leggere