Archivi tag: prima colazione

Pane e marmellata

L’IMPORTANZA DELLA COLAZIONE PER INIZIARE LA GIORNATA CON IL PIEDE GIUSTO

Pane e marmellata

Studi medici dimostrano che saltare la colazione è un grave errore, sia perché iniziare la giornata senza fornire le giuste energie al proprio corpo vuol dire inevitabilmente cominciare con il piede sbagliato, ma anche perché fare colazione può essere d’aiuto per perdere peso.

La colazione (ma anche lo spuntino a metà giornata) permettono di arrivare all’ora di pranzo meno affamati e quindi di tenere sotto controllo le calorie più facilmente. Per questo fare una colazione abbondante aiuta a perdere peso.

colazione salataUna prima colazione ricca è uno strumento fondamentale anche per la regolazione della glicemia e il pasto del mattino è un importante segnale per l’intero organismo. L’ipotalamo è una parte del cervello che, tra le altre cose, si occupa di controllare l’attività endocrina e l’assunzione di cibo. Chi ha problemi con gli zuccheri potrebbe ottenere grandi benefici aumentando le calorie la mattina e diminuendole la sera, scelta ottima anche quando si ha come obiettivo quello di perdere peso.

colazione sanaAl fine di tenere sotto controllo gli zuccheri nel sangue è importante anche la scelta di portare in tavola cereali integrali, capaci proprio di ridurre l’indice glicemico e hanno il vantaggio anche di essere più nutrienti.

Saltare la colazione o bere un caffè al volo sono sicuramente due errori molto importanti se si vuole iniziare al meglio la giornata. Sono molte inoltre le persone che scelgono di eliminare i dolci dal primo pasto del mattino per diminuire le calorie e raggiungere più velocemente l’obiettivo della perdita di peso, una rinuncia però che non è affatto necessaria. Chi ama iniziare la giornata con sapori dolci avrà poi molte ore durante le quali utilizzare le energie assunte a colazione.

Quando si vuole tenere sotto controllo il proprio peso dunque è quindi bene scegliere seguendo i propri gusti, dolce o salato, l’importante è che sia equilibrata e nutriente.

 

27 (1)

27Sono i vasetti di yogurt consumati mediamente in un anno da ogni italiano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

young woman at home eating yogurtIn Italia si producono e si consumano 1,6 miliardi di vasetti di yogurt all’anno (Assolatte). Quello più diffuso è lo yogurt di latte vaccino, ma viene prodotto anche con latte di pecora o di bufala, oggi molto apprezzato, e con il latte di soia. E’ un alimento completo che fa bene ai bambini come agli ultra settantenni.

Ricco di fermenti lattici è indicato nelle diete ma anche per il trattamento di alcune patologie. Lo yogurt, che ha una storia millenaria, non è tra i prodotti caseari preferiti dagli italiani, che sono tra i minori consumatori europei, ma il suo consumo è in crescita.

Sempre più utilizzato anche in cucina e per la preparazione dei dolci, che rende soffici e fa mantenere freschi più a lungo, è immancabile nel frigorifero degli italiani che lo mangiano prevalentemente a colazione al naturale o con i cereali, ma anche come spuntino o come merenda pomeridiana. Negli ultimi anni, mutuando una tradizione tutta d’oltralpe, si è affermato anche come dessert a fine pranzo. Ottimo il gelato allo yogurt così come frullati e frappè. Le yogurterie in Italia non sono più così rare come qualche anno fa che lo servono anche su macedonie di frutta, crepes e waffel.

Non tutti gli italiani mangiano yogurt regolarmente, come invece sarebbe buona abitudine fare, e – dunque – il consumo reale è molto maggiore rispetto al dato statistico. Tolti gli intolleranti al latte che non sono pochi, i neonati e gli ultrasettantenni e i tanti italiani che dichiarano di non mangiarlo, il consumo medio reale si aggirerebbe sui 2 vasetti a settimana per persona. Intero, magro o parzialmente scremato oggi si presenta nei banchi del fresco di market e supermercati in decine di varianti.

Fragola, pesca, albicocca, frutti di bosco, banana, ananas e cocco i gusti preferiti dagli italiani assieme al classico “bianco”. Ma non mancano quelli a caffè e cereali. Molto venduti anche gli yogurt per bambini, che oggi sono divenuti un alimento fondamentale della dieta dei più piccoli.

colazione con muesli

ENERGIA PER LA CRESCITA CON I 4 CEREALI

[vc_column_text width=”1/1″ el_position=”first last”]

Sono una fonte di nutrienti per l’organismo e dovrebbero entrare a far parte stabilmente dell’alimentazione, soprattutto dei più piccoli. Ancora poco diffusi sulle nostre tavole, i cereali integrali influiscono positivamente sul funzionamento del cervello dei bambini Continua a leggere

Little girl giving cereal to her father with brother smiling in kitchen

BAMBINI PIÙ ATTENTI A SCUOLA CON LA COLAZIONE GIUSTA

È un argomento del quale nutrizionisti e dietologi non si stancano di parlare: la prima colazione è di fondamentale importanza per scongiurare il rischio di obesità, un fenomeno che in Italia ha raggiunto proporzioni allarmanti. Se questo discorso è valido per gli adulti lo è in misura ancora maggiore per i più piccoli, che, senza un adeguato pasto mattutino, finiscono inevitabilmente per “spezzare la fame” fuori casa, con alimenti molto calorici come merendine e snack confezionati. Inoltre, al problema del soprappeso, si aggiunge quello del rendimento scolastico.

Bambini e prima colazione

 

[vc_column_text width=”1/2″ el_position=”first”]

Mangi a casa? Sei più ricettivo sui banchi

La colazione è un vero e proprio pasto che dovrebbe fornire il 15-20% delle calorie assunte nel corso dell’intera giornata. Nutrirsi al mattino è indispensabile per affrontare la scuola, dal momento che l’organismo, dopo il lungo digiuno notturno, necessita di energia per rimettersi in moto. Un bambino che consuma una colazione completa, sui banchi è molto più concentrato rispetto a un coetaneo che esce da casa senza aver mangiato e di conseguenza apprende in misura maggiore e ottiene risultati migliori.

La disparità è stata rilevata da alcuni ricercatori del Dipartimento di Psicologia Generale dell’Università di Padova che, mediante un compito/gioco di attenzione, hanno valutato la capacità di concentrazione di 25 bambini tra gli 8 e i 10 anni che di solito non fanno colazione, mettendoli a confronto con i piccoli che invece hanno questa sana abitudine. La differenza si è rivelata evidente e lo studio ha anche messo in luce esiti diversi in base alla tipologia di cibi assunti.

[/vc_column_text] [vc_column_text width=”1/2″ el_position=”last”]

La colazione ideale

Per ottenere il massimo benessere fisico e intellettuale la colazione deve comprendere alimenti specifici, che forniscono al corpo tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno, influenzando positivamente anche l’umore.

L’elemento che non dovrebbe mai mancare nell’alimentazione mattutina di bambini e ragazzi è il latte, ricco di vitamine, proteine e soprattutto di calcio, indispensabile per lo sviluppo delle ossa. A questo vanno poi aggiunti biscotti secchi, fette biscottate o cereali, contenenti i carboidrati complessi, che apportano energia in grado di restare a lungo nell’organismo e, quindi, di favorire il rendimento scolastico – i cereali integrali, in particolare, possiedono fibre benefiche per l’intestino. In alternativa si può scegliere un panino con marmellata o crema al cioccolato, particolarmente gradite al palato dei più piccoli. Al tutto, infine, bisognerebbe unire un frutto di stagione o una spremuta d’arancia, per fare il pieno di vitamine e antiossidanti.

[/vc_column_text]